Tags

, , , ,

Hazelnut Baci di Dama sandwiched with plain chocolateAn English version of this post will be found here.

I Baci di Dama sono l’oggetto della sfida di questo mese su Quanti Modi di Fare e Rifare, il gruppo on-line di cucina al quale sono stato felice di aver partecipato per quasi un anno. La ricetta è stata fornita da Artù, il cui bellissimo blog merita una visita per i tanti tipi di specialità regionali che ci regala. Lei ci informa che “i baci di dama sono dolcetti tipici Piemontesi, furono chiamati così perchè la loro forma creata con due calotte semisferiche ricordavano le labbra intente a baciare”.

The Logo of Quanti Modi di Fare e RifareNon sono sicuro che questo sia vero nel caso delle mie due versioni di Baci. Quelli a base di nocciole assomigliano più alla faccia di Kermit il Ranocchio. E quelli a base di arancia e mandorle mi ricordano più un sorriso imbarazzato che un invito a baciare. Ma non importa, sono deliziosi, e hanno un odore intenso di nocciole tostate o di arancia, che ti seduce anche da lontano. Nessun bisogno di labbre gonfiate qui!

Vorrei ringraziare Artù e Mamma Angela per la ricetta, e Anna e Ornella per tutto quello che fanno per organizzare e sopportare le sfide di Quanti Modi di Fare e Rifare.

Buon Anno a tutti!

Baci di Dama Tradizionali (più o meno)

Adattata dalla ricetta di Artù e Mamma Angela. Ho dimezzata la ricetta, e sostituito la farina bianca con quella di riso, come suggerito da David Lebovitz, per rendere i biscotti  più croccanti.

Ingredienti

  • Toasted and peeled hazelnuts - it doesn't matter if some peel remains125g g di nocciole tostate e pelate
  • 125g di zucchero
  • 150g di farina di riso
  • Un grosso pizzico di sale
  • 100g di burro
  • (facoltativo) 2 cucchiaini di Fratello (liquore di nocciola)
  • Circa 75g di cioccolato fondente

Nel robot (o a mano), sminuzzare finemente le nocciole con lo zucchero. Mettere in una ciotola con la farina, il sale, il burro e il liquore, e amalgamare con le mani fino ad ottenere un impasto più o meno sbricioloso. Se bisogna, aggiungere qualche cucchiaino di acqua per farlo più coerente.

Hazelnut Baci di Dama ready for the ovenFormare piccole palline (di 6-8g) e disporle su teglie foderate con carta da forno alla distanza di circa 2cm.

Cuocere a 160C (ridurre per forno ventilato) per 15-20 minuti, finché la base sarà leggermente dorata. Lasciare raffreddare in teglia.

Far fondere a bagnomaria il cioccolato fondente, lasciare addensare, poi accoppiare i biscotti con il cioccolato.

“Baci” all’Arancia e Mandorle

  • Orange and Almond Kisses - a variant on Baci di Dama135g di mandorle pelate e leggermente tostate
  • 100g di zucchero
  • 135g di farina bianca
  • Un grosso pizzico di sale
  • 135g di burro
  • La scorza finemente grattugiata di 1 arancia
  • 1/4 di cucchiaino di estratto di vaniglia
  • (Facoltativo) 1/4 di cucchiaino di estratto di mandorla amara
  • Circa 75g di cioccolato, bianco o al latte

Lightly toasted almondsNel robot, macinare le mandorle e lo zucchero fino ad ottenere una polvere fine.  Mettere in una ciotola con la farina, il sale, il burro, la scorza grattugiata e gli estratti, e amalgamare con le mani fino ad ottenere un impasto morbido.

Formare un disco di circa 2cm di spessore, avvolgere nella pellicola e raffredare in frigorifero per un’ora.

Tagliare dei pezzetti di circa 6g e formare delle palline. Disporle su teglie foderate con carta da forno, a distanza di almeno 2cm.

Mettere le teglie nel frigorifero per altri 30 minuti.

Cuocere a 160C (ridurre per forno ventilato) per 15-20 minuti, finché la base sarà leggermente dorata. Lasciare raffreddare in teglia.

Far fondere a bagnomaria il cioccolato bianco o al latte, lasciare addensare, poi accoppiare i biscotti con il cioccolato.

Nota

Se non avete un robot, va bene la farina di mandorle leggermente tostata.

About these ads